Riflessioni del sabato sera… E voi, cosa ne pensate?

A quanto pare oggi sono in vena di scrivere. Siamo a casa, tranquilli, Matti cerca di sistemarmi il pc che credo ormai mi stia lasciando… e io scrivo dal tablet. Non sono una che pensa tanto al senso della vita..ma in questi mesi in cui sono successe così tante cose ogni tanto mi ritrovo a chiedermi quale sia il senso di tutto ciò. Penso a come sono andate le cose con Davide, penso al perché ho sempre avuto questo forte desiderio di ritornare in questa parte del mondo, penso che doveva essere impossibile come quasi tutti mi dicevano ma che alla fine ce l’ho fatta, penso a Matti e a come sia entrato per caso nella mia vita e a cosa ne sarà di noi. E più penso più mi rendo conto che quasi nulla di quello che mi accade ha veramente senso. Un tempo credevo che uno il destino un po’ se lo costruisce..e ora? Lo penso ancora? Forse. Perché pensavo che Davide sarebbe stato l’uomo della mia vita, che avremmo avuto 3 bambini, un cane e una casa a Cape Cod. Mentre invece ora sono qui con Mattia, il cane non lo vuole e invece di andare a Cape Cod me ne vado a Los Angeles. E probabilmente queste sono state scelte mie ma non so proprio fino a che punto. Perché se Mattia non si fosse rotto una gamba probabilmente non sarei ancora a Vancouver ora.. e addirittura se lui non avesse deciso di partire per il Canada con me sarei andata a Toronto. E ancora prima, se non avessi trascorso la 4 superiore in America non mi sarebbe mai venuto il pallino di voler vivere per sempre qui e se non avessi scelto la scuola superiore sbagliata non avrei mai incontrato la Cri che non mi avrebbe mai fatto conoscere Davide. Senza Davide non avrei mai saputo che facevano mediazione a Como, non sarei mai andata lì in università e non avrei mai fatto quel viaggio studio a Brighton.. Non avrei mai conosciuto Mattia e ora non sarei qui con lui a condividere questa esperienza. Ma allora tutto quello che succede è caso? Destino già scritto? O solo conseguenza delle nostre scelte? Il dizionario definisce destino in questo modo:

1 Il succedersi degli eventi considerato come flusso prestabilito, imperscrutabile e indipendente dalla volontà e dall’intervento dell’uomo: ogni uomo ha il suo d.;credere al d.; accettare il proprio d.; sottomettersi al d.|| Era destino, era scritto, era stabilito dal destino che ciò dovesse accadere.Se dovessi credere nel destino sarebbe come credere che alla fine le mie scelte non siano proprio “reali” scelte.. perché in un modo o nell’altro era già scritto da qualche parte che sarebbe andata così. E nella confusione che ho in testa forse un po’ ci credo, anche se sono convinta che una persona può decidere di reagire e di cambiare il corso della sua vita. Perché nei momenti di difficoltà, nei momenti di tristezza dove tutto sembra andare nella direzione opposta di dove tu vorresti bisogna sempre cercare di reagire…e portare avanti i propri obiettivi. Posso dire, quindi, che la vita è un po’ destino e un po’ volontà propria? Che ci sono cose che possono essere controllate da noi ed altre che invece succederanno indipendentemente dalle nostre scelte? Probabilmente non riuscirò mai a dare una risposta vera a questa domanda…e rimarrà sempre un tormento!  Però mi piacerebbe sapere cosa ne pensate voi!

-Y





Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s